3 febbraio 2012

Il vostro sostegno al progetto "La strada del cibo"

Ciao a tutti/e, questo post per aggiornarvi sulla situazione del progetto La strada del cibo, a cui sto lavorando con il mio amico fotografo Nicola Fossella.

Per chi non ci avesse seguiti in questi mesi: 
si tratta di un lavoro di scoperta di luoghi e persone (in aree poco glamour ma molto ricche sotto altri punti di vista) che usa il cibo come mezzo di incontro e come chiave di lettura; allo stesso tempo, durante questi viaggi cogliamo direttamente le tracce lasciate dai cibi, ricostruendone i percorsi, anche umani. E raccogliamo ricette.
Ci siamo concentrati innanzitutto sui Balcani, ed è lì che stiamo viaggiando da mesi.
Realizzeremo un libro, che verrà pubblicato dall'editore Kellermann.
Però... però non siamo più nelle condizioni di autofinanziarci i viaggi (come abbiamo fatto finora, pur tra mille difficoltà). E' veramente un brutto momento.
A gennaio dovevamo recarci in Kosovo ed Albania, ma abbiamo dovuto rinviare a data da destinarsi. Abbiamo anche un altro viaggio in programma, in Macedonia e Grecia settentrionale.
Il libro dovrebbe uscire a fine anno; questo significa che dobbiamo avere il materiale completo prima dell'estate.
L'editore è piccolo, e non può sostenere finanziariamente questa fase del lavoro. E non è facile trovare degli sponsor, abbiamo cercato per mesi, ci dicono "bravi, che bel progetto!" ma anche grosse aziende, che non hanno problemi economici, nicchiano quando si parla di soldi (e noi non è che abbiamo bisogno di cifre astronomiche), senza valutare la valenza culturale, e anche sociale, del lavoro che stiamo portando avanti.
Abbiamo perciò lanciato una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma IndieGoGo.

Il vostro contributo (che come vedrete una volta entrati, non è a fondo perduto... ci sono quote diverse a cui corrispondono diversi "prodotti" legati al progetto Balcani... a voi la scelta) sarebbe prezioso.

Vi chiedo inoltre di voler condividere questa campagna con i vostri amici e contatti, di farla girare nei social network, di parlarne... insomma, più persone riusciamo a coinvolgere, più possibilità avremo di raggiungre l'obiettivo.

Stiamo anche pensando a degli eventi a tema gastronomico, sempre finalizzati alla raccolta dei fondi necessari. Vi terrò informati/e.

Vi ringrazio moltissimo, anche a nome di Nicola.