26 novembre 2010

Ma che cavolo è?


Eh... io sono quella a cui vengono in mente piatti da fare IMMEDIATAMENTE sempre e solo quando NON ha a portata di mano tutti gli ingredienti necessari.
No, 'spetta... sono anche quella che pubblica una ricetta ogni... praticamente mai... e quando ne ha una pronta (ma proprio pronta al 100%: cotta, fotografata, degustata e con il post in dirittura d'arrivo)... scopre che qualcuno l'ha anticipata... e stavolta quel qualcuno è pure una sua carissima amica!!! (Terry, siamo sincronizzate??)
Ma, tornando al primo capoverso, ovvio che nel mio frigorifero non c'era traccia della toscanissima brassicacea... in compenso avevo due broccoli pieni di foglie, e 'ste foglie erano talmente belle,  e fresche... un delitto buttarle. E dove potevano finire, se non nella zuppa? Quindi questa è una... "zuppa di ceci e cavolo nero col trucco".
Ma no, dai, chiamiamola con il suo nome... 

ZUPPA DI CECI E FOGLIE DI BROCCOLO CON DADI DI TARAGNA
(che dite? la polenta nella zuppa non ci sta? ci sta, ci sta... eccome se ci sta! la taragna sul cavolo, poi...)

Per la preparazione dei ceci, rinvio a questa spiegazione.
Prendere poi un mazzo di foglie di broccolo freschissime, tritarle e saltarle in padella con due cucchiai di olio e.v.o.; salare, aggiungere 1/2 bicchiere d'acqua, coprire e cuocere finché saranno morbide.
A questo punto, versarle nella pentola in cui ci sono i ceci bolliti - da cui non va eliminata l'acqua (altrimenti addio zuppa!). Rimettere sul fuoco e cuocere tutto insieme per 15-20 minuti. Aggiustare di sale se necessario.
Per la polenta taragna: prepararla seguendo le istruzioni indicate sulla confezione. Quand'è completamente fredda, tagliarla a fette e quindi a cubetti. Farli dorare in padella su tutti i lati (deve formarsi la crosticina).
Versare la zuppa in ciotole, condire con un giro d'olio e una macinata di pepe nero, e completare con la dadolata di polenta.