4 ottobre 2009

Grissini al gusto castagnaccio

Finalmente posso rendere giustizia al pacco di farina di castagne inspiegabilmente acquistato in primavera (ma che cosa pensavo di farci, in quella stagione???). Ottobre è un buon momento per cominciare ad usarla. Ho in mente diverse ricettine, sia dolci che salate...
Da buona amante dei sapori rustici, mi piace molto il castagnaccio, da qui l'idea di preparare dei grissini che ne ricordino il gusto.
Fatti così, con il lievitino, impastati con il latte e tenuti piuttosto grossi, ricordano quei grissinoni che si trovano in vendita in certe panetterie ben fornite: croccanti fuori ma dentro morbidi, quasi delle sottilissime baguettes.
Buonissimi anche da soli, ma con una fettina di lardo...

grissini
Per circa 25 grissini (grossi come un dito e lunghi sui 20 cm)

200 gr di farina di castagne
200 gr di manitoba
3 gr di lievito naturale disidratato
1/2 cucchiaino di zucchero
circa 100 ml di latte
1 cucchiaino colmo di rosmarino tritato
1 manciata di semi di girasole*
1 grossa presa di sale
pepe macinato fresco

*la sostituzione dei pinoli - che non avevo in casa - con semi di girasole si è rivelata una piacevole variante!

Preparare un lievitino: sciogliere il lievito con lo zucchero in 100 ml di acqua tiepida, coprire e dopo 10 minuti (durante i quali si sarà formata una bella schiuma) stemperarvi dentro 100 gr di manitoba. Coprire e far lievitare 6-7 ore.
Unire gli altri ingredienti, dosando il latte (intiepidito) fino ad ottenere un impasto elastico e liscio (come quello di pane/pizza), lavorarlo vigorosamente per una decina di minuti, quindi coprire e far raddoppiare di volume (ci vogliono circa due ore).
Accendere il forno e portarlo a 200°.
Riprendere la pasta, lavorandola per qualche minuto. Staccarne dei pezzetti della dimensione di una noce e lavorarli sulla spianatoia infarinata, ottenendo delle strisce lunghe e sottili. Disporle su una placca rivestita di carta da forno. Infornare per circa 20 minuti.