24 aprile 2009

Torta di mele farcite

torta di mele farcite

Tutto è nato qualche giorno fa. A casa un dessert sempre gradito sono le mele cotte, preparate di solito con miele, succo d'arancia e spezie. Ma domenica (si, credo fosse domenica scorsa), per cambiare, le ho semplicemente tagliate a metà e farcite con un cucchiaino di marmellata di more di rovo (questa, di cui adesso sto ultimando le scorte dell'ultima estate).
Quando le ho viste belle e cucinate, mi sono detta: caspita, la prossima volta ci devo fare una torta!
Ed il caso vuole che ieri mio marito sia arrivato a casa con un plateau di 20 uova, che urgeva preparare in qualche modo, visto che in frigorifero ne avevo già altre 12...



Mi sono messa a cercare una ricetta diversa dal solito (anche se ci ho scritto un libro, sono sempre in cerca di varianti mai provate... le torte di mele sono una galassia di cui non si vedrà mai l'autentica dimensione!), che richiedesse tante uova, ma che non venisse troppo soffice, e mi sono imbattuta in questa. Scettica (lo ammetto) sul quantitativo di burro non indifferente, mi sono detta: ma si, proviamo lo stesso... e ne è valsa la pena! Migliora se mangiata il giorno dopo, perché si asciuga per benino e diventa più compatta (che è il risultato che cercavo).
Qui la pallina di gelato alla vaniglia è d'obbligo!

TORTA DI MELE FARCITE
naturalmente la farcitura può essere variata, per esempio così

ingredienti per uno stampo da 26 cm
200 gr di burro, ammorbidito a temperatura ambiente
5 uova
150 gr di zucchero
farina tipo 00 q.b.
1/2 bustina di lievito per dolci (ho dimezzato la dose originale)
un pizzico di sale
4 mele golden
1/2 limone
marmellata di more di rovo

Portare il forno a 180° (a gas).
In una ciotola lavorare a crema il burro con lo zucchero. Unire le uova, il sale, il lievito e la farina dosandola un po' alla volta, fino ad ottenere un impasto liscio e moderatamente fluido.
Versare questo composto in uno stampo a cerniera foderato di carta da forno.
Sbucciare le mele, tagliarle a metà ed eliminare i torsoli, lucidare la parte superiore con il limone, affondarle nell'impasto e farcire lo spazio del torsolo con un cucchiaino di marmellata.
Infornare per circa 40 minuti, se alla prova-stecchino la torta dovesse risultare ancora umida, proseguire per altri 5 minuti, spegnere e lasciar raffreddare nel forno caldo.
Come ho già detto, ci guadagna se fatta riposare per almeno 12 ore (perfetta da preparare la sera per la colazione del mattino).