29 aprile 2009

Crema spalmabile di datteri, limone e mandorle

la crema di datteri e mandorle di Clea

Un blog che seguo assiduamente (e non credo di essere la sola) è quello di Clea, mi piace il suo approccio, il suo modo di intendere la cucina, e le ricette sono una più deliziosa dell'altra.
Ora, per assurdo, sono andata a replicare una ricetta abbastanza calorica proprio in un momento in cui avrei bisogno di 15 giorni di dieta detox, ma che ci posso fare, quando l'ho vista ho deciso che dovevo assolutamente provarla (anche perché mi forniva la scusa per terminare l'ultimo pacchetto di datteri languente in dispensa).
Beh, mi sa che oggi il mio pranzo consisterà in... pane spalmato con questa crema!
La consiglio vivamente anche a chi è mediamente prevenuto nei confronti di questo genere di dolcezze e preferisce tuffarsi con doppio carpiato nel barattolo della Nutella.

Ingredienti e procedimento:

80 gr di datteri (lei dice di usare i medjool ma in mancanza vanno bene anche quelli più piccoli e asciutti, basta aumentare un po' la componente liquida)
il succo di 1 limone
80 gr di crema di mandorle (al momento ne ero sprovvista, così l'ho preparata al volo sciogliendo del preparato per latte di mandorla* in pochissima acqua)

*ho usato quello prodotto dalla cooperativa sociale L'arcolaio, che opera nell'ambito del reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti della casa circondariale di Siracusa.

Frullare tutto insieme e conservare in frigorifero. Oltre che spalmata sul pane, la vedo bene anche come farcitura per tartellette di frolla o di brisée.


E dopo la ricetta... aggiornamento news!

DOMENICA 3 MAGGIO, alle ORE 13.35, su TG2 EAT PARADE si parlerà dei QUADERNI... quindi anche dei miei (spero...)!

Come avrete notato in sidebar, sta anche per arrivare il mio primo contributo alla collana Leggere è un gusto!... ebbene si, il personaggio misterioso era lei: Pippi Calzelunghe! L'uscita ufficiale è prevista tra qualche giorno, nel frattempo vi potete gustare la copertina ;-)