22 aprile 2008

Una ricetta, un annuncio e un ringraziamento

Ho raccolto i miei primi ravanelli, quelli coltivati nel micro orto pensile multipiano!

Che soddisfazione! Volevo rendere onore ad ogni loro parte, così ho recuperato una delle ricette a cui sono più affezionata (un vero passe-partout, la preparo da anni, credo di averla rifilata a tutti i miei conoscenti), sostituendo la lattuga (di solito uso la romana, per questa crema) con le foglie di ravanello.
Ogni riferimento a Cavoletto è puramente casuale. O quasi.
Nel senso che le foglie di ravanello le ho viste cucinare per la prima volta da lei qualche giorno fa, ma dei bicchieri non mi ero accorta... sono praticamente identici a quelli che ha usato per la copertina del suo libro! Non so la provenienza dei suoi, i miei sono quelli della senape Maille.
E poi, mi sembrava simpatico pubblicare qualcosa di fresco e solare, perché di questo tempo piovoso sono proprio stanca! Da domani dovrebbe tornare il sole, dicono... chissà che questa ricetta sia di buon auspicio.

Bicchierini bicolori, con foglie di ravanello, yogurt e feta

Per questi due bicchierini, affettare sottilmente 1/2 porro (va bene anche la parte verde, specialmente se volete ottenere un bel verde carico) e 1 manciata di foglie di ravanello ben lavate. Far stufare il tutto in poco olio e.v.o., per 7-8 minuti, bagnando con 2 cucchiai d'acqua e profumando con 1 pizzico di semi di cumino. Far raffreddare, salare e frullare.
A parte, frullare 1/2 vasetto di yogurt naturale con 50 gr di formaggio feta.
Distrubuire nei bicchieri le due creme e decorare con ravanello affettato e semi di cumino leggermente tostati.
I confronti sono leciti, non mi offendo...


Con questo post vorrei ricordare (per chi già non lo sapesse) che domani, 23 aprile, ricorre la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore. Oggi anche Elena ha dedicato un post a questa iniziativa (parlando della splendida Biblioteca Centrale di Amsterdam).
Tra i links indicati nella pagina di cui sopra, troverete anche il calendario degli eventi, suddiviso per regioni.
L'iniziativa veneziana (quella più vicina a me) è particolarmente interessante perché legata ad una mostra attualmente in corso, che non vedo l'ora di andare a visitare.

Dato che stiamo parlando di editoria, colgo l'occasione per fare un annuncio (è da un po' che lo rinvio, per timidezza e per scaramanzia): tra un mese (circa) esce il mio primo libro!

Last, but not least...
... vorrei ringraziare (anche se l'ho già fatto nei loro blogs) chi mi ha assegnato il premio Excellent: Mariluna e Carla.
Grazie ancora una volta.

Aggiornamento:
dato che ieri mi sono dimenticata di parlare dell'Earth Day (mea culpa, mea culpa, mea culpa), ricordo che a Mestre, da venerdì 25 a domenica 27, a Forte Marghera (che già di per sé vale una visita) si terranno le fiere Nature e GoSlow.
E' anche un'ottima occasione per scoprire l'altra faccia di una città da sempre dipinta come grigia e insignificante.