16 dicembre 2007

Biscotti al caramello

La versione originale di questa ricetta si trova nell'ultimo numero di Country Living (quello cartaceo, ma c'è anche nel sito, è la ricetta n° 2 della sezione "Perfect puddings"): la foto, come si può vedere qui a sinistra, è bellissima, la ricetta invitante, ma... io ci ho provato, a rifarla alla lettera, e il risultato è stato... disastroso: sono previsti 250 gr di burro e 400 di zucchero (di cui 150 sotto forma di caramello) per 250 gr di farina, risultato... nel forno si è completamente sciolto tutto! Per fortuna, dopo la prima infornata avevo avanzato metà impasto, che ho integrato con altra farina, ottenendo finalmente dei biscotti seri, che durante la cottura non si sono trasformati in un'unica distesa di magma ribollente.

Non saranno altrettanto "fotogenici" (di questo chiedo scusa, sono una fotografa decisamente mediocre), ma sono stati comunque molto graditi.
E... se qualcuno prova la versione di CL, poi mi faccia sapere com'è andata!


Per circa 50 pezzi: in un padellino mescolare 150 gr di zucchero di canna chiaro con 2 cucchiai d'acqua, far sciogliere a fuoco dolce fino ad ottenere un caramello, poi stenderlo su un foglio di carta da forno, farlo raffreddare e spezzettarlo molto finemente, nel mixer o nel mortaio (nella ricetta originale è specificata la dimensione dei pezzetti: della grandezza dei granelli dello zucchero Demerara).
In una ciotola battere a crema 250 gr di burro con 250 gr di zucchero (sempre di canna chiaro), quindi unire 350 gr di farina bianca (250 gr nella versione originale), il caramello ridotto in frantumi e mescolare bene. Si otterrà un impasto molto asciutto (mentre nella versione originale l'impasto è tenerissimo, da raccogliere a cucchiaini). Farne delle palline, appoggiarle sulla placca del forno unta (o foderata di carta apposita) e schiacciarle leggermente, mantenendo sempre una forma bella rotonda. Cuocere a 180° per 20 minuti.